STORIA DI ANTENNA

antenna 3antenna 3
antenna 2antenna 2
antenna 1antenna 1

libero adattamento dal omonimo racconto di Mario Lodi

di e con Marina De Juli

Spettacolo di canzoni e attrice, per bambini dai 5 agli 8 anni

Storia di Antenna è liberamente ispirata al omonimo testo, pubblicato nella raccolta “Poesie di pace”, di Mario Lodi, pedagogista di fama. Il linguaggio scelto è in rima con musiche e canzoni. La protagonista è un’antenna, sì, proprio un’antenna della televisione, una delle tante che vediamo sopra i tetti e alle quali non pensiamo mai, tranne quando si guastano o quando le vediamo, a fine estate, zeppe di stormi d’uccelli pronti a partire. 

Da questa sua posizione privilegiata, Antenna ci osserva, ci parla della televisione come mezzo spesso usato, anzi abusato non tanto per avere informazione o diletto, ma come sottofondo alla nostra solitudine o addirittura come falso conciliatore del sonno. Ci guarda mentre, senza quasi rendercene contro, divoriamo le cose senza consumarle, nella frenetica volontà di sostituirle con qualcosa di nuovo, di tecnologicamente più avanzato.

Hanno scritto

La TV è un orco che attenta la fantasia 

… Un po’ giullaresca, un po’ fata dall’improbabile aspetto di antenna, la De Juli ha creato l’evento dentro l’evento perché la favola di Lodi è diventata una formidabile rappresentazione allegorica dell’eterna rivalità tra natura e scienza, tra mondo antico e moderno e in definitiva tra vita e morte.

1000 Bimbi a lezione dal maestro Lodi… Una storia che la spumeggiante messa in scena del regista piacentino Francesco Summo e dell’attrice Marina De Juli, è riuscita ad esaltare aprendo al musical.