“...PER ORA RIMANDO IL SUICIDIO”

IMG_7907 - CopiaIMG_7907 - Copia
IMG_5 stampa - CopiaIMG_5 stampa - Copia
IMG_4 stampa - CopiaIMG_4 stampa - Copia
IMG_2 stampa - CopiaIMG_2 stampa - Copia
IMG_1 stampa - CopiaIMG_1 stampa - Copia

Omaggio a FO, JANNACCI, GABER

con Marina De Juli

Chitarra e voce: Andrea Cusmano

chitarra e armonica: Francesco Rampichini

Il titolo richiama una frase di una canzone di Gaber. E’ l’augurio che in questa Italia ormai alla malora si voglia rimandare qualsiasi proposito di suicidio per ascoltare le nostre storie, o meglio, quelle di autori come Fo, Jannacci e Gaber.

In scena un’attrice che ha lavorato per anni con Dario Fo, un musicista polistrumentista e un chitarrista di grande esperienza.

Cantano, suonano e ci raccontano l’Italia di oggi e di ieri attraverso la musica, le parole, l’umorismo di questi tre grandi artisti vissuti a Milano. Attori, autori, cantori, narratori della nostra storia.

Hanno scritto

Attualissimi i pezzi di Gaber,  Fo e Jannacci, strepitosa l’interpretazione di De Juli, Cusmano e Rampichini, impossibile non riflettere sulla contemporaneità.  Tutto sempre uguale? Qualcosa è cambiato?  Chi sono i nuovi operai della catena di montaggio, insegnanti, dipendenti statali, cococò e prococò, giovani sempre più disoccupati ed amareggiati? Con buona pace di Fornero ed i suoi inglesismi, che faranno molto  Bocconi, ma non risolvono i problemi. Che prezzo ha oggi la libertà? Mentre si preparano,nell’anno di grazia 2013 nuove elezioni che dovrebbero risolvere antiche problematiche. Insolute da troppo tempo. Ed  ancora una riflessione; sulla democrazia: potere del popolo … Già potere al popolo nella sua etimologia … Ma sarà davvero così? Non sembrerebbe.  Nel dubbio mi compro una moto e per ora rimando il suicidio, cantava Gaber ….

“Se Marina canta il Belpaese” La De Juli a Bobbio tra Fo, Jannacci, Gaber: successo:… “La De Juli si è confermata perfetta guida di un viaggio delle epoche e delle storie di un Paese che il suicidio lo rimanda sempre ad un altro giorno ma che ama farsi cantare e raccontare con sincerità e ironia.

“L’Italia di Dario Fo, Enzo Jannacci e Giorgio Gaber ha entusiasmato Nova Gorica e il suo teatro…Marina De Juli ha palesato spiccate virtù di cantante e attrice, una simpatia innata e debordante di cabarettista, ha stabilito un’empatia fin da subito con gli oltre 300 spettatori raccontando molta Italia…. Applausi fitti e due bis con un omaggio a Franca Rame.